L’evento di eco-turismo, sport e avventura si svolgerà dal 25 Aprile al 1 Maggio, percorrendo il Tevere da Città di Castello fino a Roma.

Roma – Si è svolta oggi, presso la Sala del Carroccio al Campidoglio  la presentazione alla stampa della 40ma Discesa Internazionale del Tevere (#DIT2019), manifestazione di eco-turismo consapevole e itinerante che chiama a raccolta amanti della natura, dell’ecologia e del sano mangiare e in sette giorni vede percorrere il fiume Tevere in canoa, in bicicletta e a piedi da Città di Castello (PG) fino a Roma.

La Conferenza stampa è stata promossa dalla X Commissione Consiliare Permanente Sport, Benessere e Qualità della Vita del Comune di Roma.

“Il nostro – ha esordito Roberto Crosti, coordinatore dell’associazione organizzatrice DIT – è un evento che ogni anno attraversa l’Umbria ed il Lazio lungo il Tevere per giungere a Roma il 1 maggio in sette tappe guidate  http://www.tibertour.com/general-program/).

Nelle primissime edizioni l’evento era riservato alle canoe, mentre successivamente si sono unite le mountain bike a costeggiare la Discesa e poi anche i camminatori. Tutto per consentire un contatto con il fiume a ciascuno secondo il proprio passo e per incentivare la partecipazione di tutti, grandi e piccoli”.

“Tra i tanti temi che ci stanno a cuore – ha proseguito sempre Crosti – con il rispetto del territorio e del fiume, c’è quello di bandire la plastica usa e getta. Già 35 anni fa questo tipo di materiale era vietato, oggi l’istanza è fortissima. Per questo motivo abbiamo ottenuto tra i tanti anche il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del Territorio, che viene concesso solo a manifestazioni plastic-free e quello del Parlamento Europeo anche per le azioni sostenibili con l’ambiente. Inoltre la Discesa del Tevere rientra nel movimento Clean Up Europe per cui i partecipanti si impegneranno a raccogliere i rifiuti (imballaggi di plastica dispersi nell’ambiente) che incontreranno lungo il Tevere e a provvedere a differenziarli negli appositi contenitori della raccolta”.

Sono poi intervenuti alla presentazione gli esponenti delle varie realtà che hanno contribuito all’organizzazione della manifestazione, tra cui Angelo Diario della Commissione Sport Comune Roma, Roberto Tavani, per le Politiche dello sport Regione Lazio, Paolo Calicchio, dall’assessorato sport del Comune di Fiumicino, Sergio Barbadoro dell’ASD Sherwood e Gianni Russo della Uisp Acquaviva: tutti concordi nel sottolineare l’importanza della Discesa del Tevere per incentivare l’utilizzo degli spazi pubblici lungo il fiume.

La Discesa, tra le altre cose, si prefigge, con la propria esperienza, di portare avanti, insieme a tante altre associazioni territoriali l’idea della ciclovia del Tevere dalle sorgenti fino al mare.

Anche l’Associazione Italiana Celiachia Lazio sostiene l’iniziativa in quanto le cene che i partecipanti consumano a fine giornata, per ogni tappa, sono anche gluten-free grazie alla Guida per l’alimentazione fuori casa di AIC.

Diverse sono le iniziative del 1 maggio, oltre alle canoe e gommoni da rafting ci saranno percorsi guidati in bici ed anche a piedi lungo le banchine del Tevere. Il gruppo a piedi sarà guidato dalla Sezione di storia della geologia della Società Geologica Italiana per rendere le persone consapevoli dell’ambiente e dei caratteri geologico-naturalistici del territorio. Anche il paesaggio urbano del fiume, infatti, conserva ancora le tracce dei caratteri geologici e geomorfologici iniziali.

La Discesa Internazionale del Tevere ospita inoltre la 5 edizione di SUPRome, l’evento internazionale dedicato allo Stand Up Paddling urbano;  lungo il percorso una banda musicale intratterrà partecipanti e spettatori con un repertorio di “Tiberine jazz”. Insomma, il 1 Maggio a Roma sarà una giornata di festa con protagonista d’eccezione il fiume Tevere.

Quanti volessero prendere parte alla manifestazione il 1 maggio potranno trovare tutte le informazioni sul sito www.tibertour.com o sui canali social www.facebook.com/discesadeltevere/

Per chi volesse invece solo vedere i “tibernauti” passare lungo il fiume, questi gli orari di massima: passaggio a Ponte Milvio ore 11.00, Castel Sant’Angelo ore 13.00; Isola Tiberina ore 14.30.

Dopo qualche giorno di sosta, il 12 maggio la Discesa del Tevere proseguirà poi per il mare con la tappa da Roma a Fiumicino, dove si daranno appuntamento diverse altre associazioni territoriali anche per una nuova giornata di raccolta dei rifiuti abbandonati.